New Soundz: le nuove uscite di ottobre 2019

New Soundz: le nuove uscite di ottobre 2019

2019-11-20T09:54:09+00:0013 Novembre 2019|

Come ogni mese, la nostra playlist New Soundz vi permette di ascoltare tutti i nuovi brani usciti negli ultimi 30 giorni. Tra questi abbiamo selezionato una decina di suggerimenti speciali:

1) Il ritorno di Caribou è con il singolo Home, che preannuncia grandi cose per il nuovo album (che a questo punto presumiamo in uscita l’anno prossimo). Dan Snaith è sempre una sicurezza, e qui pare più allegro del solito!

2) Dopo mesi di attesa, finalmente c’è il singolo di lancio del nuovo, attesissimo album dei Tame Impala, The Slow Rush: It Might Be Time convince più dei due nuovi brani che l’avevano preceduto, ma non ci ha stupiti. Dita incrociate…

3) Qualche volta le edizioni deluxe riservano ancora delle belle sorprese: ad esempio gli Stone Temple Pilots che coverizzano benissimo una B-side dei Beach Boys, She Knows Me Too Well, sulla ristampa per i 25 anni di Purple.

4) Componenti di band strafamose che debuttano da solisti 1 – Michael Stipe torna alla musica a 8 anni dallo scioglimento dei R.E.M., e lo fa in modo molto interessante con Your Capricious Soul: un brano che ha il coraggio di guardare al futuro, al contrario di quanto messo in luce finora dagli altri componenti del gruppo di Athens.

5) Componenti di band strafamose che debuttano da solisti 2 – Anche se Ed O’Brien non è sicuramente Thom Yorke a livello di fama, il “bello” dei Radiohead si lancia con la sigla EOB e un singolo che convince senza troppe pretese, Santa Teresa.

6) Componenti di band strafamose che debuttano da solisti 3: il frontman dei The National Matt Berninger si presenterà da solo nel 2020, intanto si dimostra bravo a scegliere i “compagni di viaggio” chiamando Phoebe Bridgers a duettare con lui su Walking On a String.

7) Peaky Blinders ormai è ufficialmente la serie da seguire per chi ama la bella musica: questo mese ci regala ben due brani inediti di Jehnny Beth (Savages) e Anna Calvi, dai titoli acchiappa-attenzione: I’m the Man e You’re Not God.

8) Nonostante sia morto, l’impressione è che Leonard Cohen continuerà a tenerci compagnia ancora a lungo: il primo album di materiali postumi, Thanks for the Dance, viene anticipato dal singolo Happens to the Heart.

9) Abbiamo da sempre un debole per Dan Bejar e il suo progetto Destroyer: dopo aver detto addio (definitivamente?) ai New Pornographers, torna ora con un nuovo album e un singolo che è una delizia, Crimson Tide.

10) Due canzoni nuove degli Shins, dedicate al compianto Richard Swift e apparse solo su un singolo in edizione limitata: sounds good, proprio come i brani Wainamalo e Trapped by the Sea.