I pre-giudizi sulle nuove uscite dal 12 al 18 novembre

I pre-giudizi sulle nuove uscite dal 12 al 18 novembre

2012-11-13T00:49:56+00:0013 novembre 2012|

Tutti i dischi sono in uscita il 13 novembre.

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Brian Eno: LUX

Brian Eno: LUXmartini Cosa c'è di più interessante di un nuovo disco ambient di Brian Eno? Ok, la risposta è "un nuovo disco non ambient di Brian Eno", ma in questo caso abbiamo tutte le ragioni per essere speranzosi: un unico brano da 75 minuti diviso in quattro movimenti, che ci ricordano tanto Music for Airports. Certo, non sarà niente che non ha già fatto prima, ma per la prima volta garantisce il marchio Warp Records, e noi ci fidiamo.

Compralo su Amazon

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Clinic: Free Reign

Clinic: Free ReignbirraI quattro liverpooliani sono un enigma che ormai dura più di dieci anni: giocosi e inquietanti, ripetitivi e ipnotici, i Clinic riprongono da sempre lo stesso disco, con minime variazioni che sono sempre in grado di renderli comunque interessanti anche per chi li conosce da molto tempo. Questo settimo album sarà buono come i precedenti, ma non è propriamente la prima cosa che ascolterei questa settimana…

Compralo su Amazon

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Crystal Castles: III

Crystal Castles: IIImartiniIl terzo album degli allegri Crystal Castles (quelli che "scriviamo solo canzoni tristi") è la prova del nove per vedere cosa c'è veramente di interessante nel duo canadese, che ha fatto scalpore per qualche anno per la violenza sonora delle sue trame a 8-bit, ma ora deve dimostrare di avere un intero album di canzoni come quelle che apparivano qui e là sul secondo disco. Ce la faranno? Diciamo che i singoli mi hanno reso moderatamente ottimista…

Compralo su Amazon

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Deftones: Koi No Yokan

Deftones: Koi No Yokan
birra
Chino Moreno e compagni sono sempre sembrati indecisi su quale strada percorrere: buttarsi a capofitto nel metal (nu o old che sia) oppure seguire l'ispirazione più new wave e anni '80 dei loro dischi migliori? Da quello che si è capito questo nuovo album dal titolo giapponese (che significa una cosa tipo "amore a prima vista") dovrebbe offrire qualcosa per entrambe le anime della band di Sacramento, e quindi potrebbe venire molto bene, o molto male. In questi casi noi sospendiamo il giudizio…

Compralo su Amazon

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]El Perro del Mar: Pale Fire

El Perro del Mar: Pale FiremartiniCon la sua voce che sembra perennemente sul punto di scoppiare nel pianto, Sarah Assbring è la cantante giusta per accompagnarci in questo freddo novembre: fino ad ora la sua carriera non ha sbagliato un colpo, e siamo pronti a scommettere anche su questo quarto album.

Compralo su Amazon

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Guided by Voices: The Bears for Lunch

Guided by Voices: The Bears for LunchmartiniAi Guided by Voices bisogna voler bene sempre, poi da quando ci regalano tre album all'anno ancora di più: al di là della totale incuranza verso qualsiasi legge di marketing, Robert Pollard è un po' come quel vecchio zio che ci racconta sempra la stessa storia, ma lo fa talmente bene da farci dimenticare che l'abbiamo già ascoltata mille altre volte. E poi è in gran forma: anche gli ultimi due album post-reunion contenevano qualche gemma in mezzo alla consueta selva di canzoni, per la gioia degl amanti del tasto skip…

Compralo su Amazon

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]How to destroy angels_: An Omen EP


How to destroy angels_: An Omen EPbirraFresco fresco di nuovo contratto major (ma non aveva detto che non avrebbe mai più lavorato col music business tradizionale?) Trent Reznor ci presenta il suo nuovo gruppo, insieme al fido Atticus Ross e alla moglie Mariqueen Mandig. Cosa aspettarsi? Sicuramente i bei tempi dei Nine Inch Nails non torneranno più, ma un progetto nuovo potrebbe essere quello che ci vuole per ravvivare una carriera che si espansa in molte direzioni (cinema, performance art, videogiochi) rimanendo un po' indietro proprio sul fronte più tradizionalmente musicale. Nel dubbio, una birra.

Compralo su Amazon

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Lana del Rey: Born to Die (Paraside Edition)


Lana del Rey: Born to Die (Paraside Edition)acquaSì ok Video Games era un gran pezzo, e quando è uscito sono stato il primo a difendere Lana a spada tratta da chi la voleva subito sacrificata sulla base di chissà quale "autenticità". Ma appena il fenomeno dell'hype si è iniziato a gonfiare, c'è da ammettere che la biondona non ne ha azzeccata una: un album terribile con dei video terribili, una propensione per il kitsch veramente inarivvabile, una serie di imbarazzanti apparizioni live e infine la sua faccia inespressiva che ora campeggia ovunque nelle pubblicità di una nota marca di abbigliamento low cost. Dopo un anno del genere, qualsiasi residua traccia di buona volontà è stata stroncata, e ora arriva pure la Paradise Edition del suo inutile album d'esordio, giusto in tempo per lo shopping natalizio. Quando si dice kitsch al quadrato…

Compralo su Amazon

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Sonic Youth: Smart Bar Chicago 1985


Sonic Youth: Smart Bar Chicago 1985birra Mentre attendiamo fiduciosi che Thurston e Kim seppelliscano l'ascia di guerra e ritornino a poter stare insieme nella stessa stanza, ci consoliamo con questo live d'epoca, anche se i risultati potrebbero essere inferiori alle aspettative suscitate dal nome del gruppo: nel 1985 i Sonic Youth erano qualcosa di molto diverso dall'istituzione di oggi, e visto che la scaletta include quasi solo brani di Bad Moon Rising (non un brutto album, ma molto diverso da quello che hanno fatto in seguito) la delusione potrebbe essere dietro l'angolo. Poco male, pare siano in arrivo altre chicche dai loro archivi…

Compralo su Amazon

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Soundgarden: King Animal


Soundgarden: King Animalacqua I Soundgarden erano un gran gruppo, ma questa reunion non ha senso di esistere nel 2012: il mix di hard rock, punk e psichedelia andava bene per gli anni del grunge, ma riproporre la stessa formula oggi li fa sembrare molto, molto più vecchi di quello che sono in realtà. Certo, questo non significa che io preferisca il disco di Chris Cornell con Timbaland, ma l'impressione è che questo disco soffra di un'evidente carenza di ispirazione (a partire dall'orrida copertina e dall'orrido titolo). R.I.P. Soundgarden, please…

Compralo su Amazon

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Sufjan Stevens: Silver & Gold – Songs for Christmas Volumes 6-10


Sufjan Stevens: Silver & Gold - Songs for Christmas Volumes 6-10birraVogliamo veramente ascoltare ore e ore di canzoni natalizie di Sufjan? No. Ci ritroveremo a comprare questo cofanetto per i nostri amici il 24 dicembre in un impeto di disperazione? E' probabile. Ci saranno comunque degli arrangiamenti e delle canzoni in grado di farci pensare "Sufjan è sempre un genio"? Sì. Fate un po' la media e vedete cosa viene fuori, io non escludo di comprarlo all'ultimo minuto, in caso di necessità.

Compralo su Amazon