I pre-giudizi sulle nuove uscite dal 18 al 24 marzo

I pre-giudizi sulle nuove uscite dal 18 al 24 marzo

2013-03-21T12:23:56+00:0021 marzo 2013|

 

Tutti i dischi sono usciti il 19 marzo.

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Low: The Invisible Way

Low: The Invisible WaymartiniCome non amare i Low dopo tutti questi anni insieme? Da quando hanno smesso di essere i paladini della critica (“noiosi, sempre uguali a sè stessi, stucchevoli, ripetitivi”) poi c’è ancora più gusto nell’ammirare le piccole ma significative differenze che Alan Sparhawk e Mimi Parker introducono in ogni loro uscita: qui la novità è la produzione più traditional della loro carriera (affidata a Jeff Tweedy dei Wilco) e da quanto si può ascoltare ne è venuto fuori un album di tranquille armonie e solo un pelo di inquietudine. Noi li vogliamo così…peccato solo per la copertina veramente orribile!

Compralo su Amazon a 7,79 euro

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Marnie Stern: The Chronicles of Marnia

Marnie Stern: The Chronicles of MarniabirraGià per il titolo le darei un martini sicuro, ma cerchiamo di analizzare la cosa con calma: innanzitutto non ho mai ascoltato alcunché della bionda chitarrista, che piace a tanta gente che piace dell’underground americano (Lightning Bolt, Les Savy Fav, U.S. Maple). Perciò al di là della simpatia per alcune sue iniziative (la cabina dove distribuiva baci al pubblico pagante, seguita dall’uscita serale con un fortunato fan) non vorrei sbilanciarmi: mi potrebbe piacere, ma ho sempre un po’ paura del virtuosismo sulla sei corde…rimarrà sotto controllo?

Compralo su Amazon a 10,83 euro

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Suede: Bloodsports

Suede: BloodsportsmartiniQui invece mi sbilancio eccome: non ho alcuna garanzia che questo ritorno di Brett Anderson e compagni sia meglio dell’ultimo moscio A New Morning, ma voglio sperare che i dieci anni di silenzio non siano passati invano e che i Suede abbiano finalmente imparato la lezione. Dalle dichiarazioni sembra che il lavoro si inserisca nel solco dei primi tre album, quindi questa volta sono fiducioso…

Compralo su Amazon a 8,84 euro

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Bastille: Bad Blood

Bastille: Bad Bloodacqua Pre-giudizio totale: non ho idea di chi siano questi qui e di cosa facciano, ma il battage pubblicitario è talmente grande che la mia reazione di rifiuto è immediata. E poi si chiamano Bastille e vengono da South London: se almeno fossero stati francesi ci avrei potuto fare un pensiero, ma così…

Compralo su Amazon a 11,13 euro

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Billy Bragg: Tooth & Nail

Billy Bragg: Tooth & NailbirraQuesto simpatico marxista vecchio stile ha avuto una lunga e fruttuosa carriera e in Inghilterra è praticamente un’istituzione del cantautorato più impegnato. Questo non significa che io l’abbia mai ascoltato, ma diciamo che la doppia collaborazione con i Wilco di qualche anno fa (Mermaid Avenue Vol.1 e 2) mi dispone nel modo giusto nei suoi confronti…

Compralo su Amazon a 7,88 euro

[divider scroll_text=””]

[space height=”10″]Justin Timberlake: The 20/20 Experience

Justin Timberlake - The 20/20 ExperienceacquaPerché oggi è praticamente impossibile parlare male di Justin Timberlake? Solo perché non fa un album all’anno come Rihanna non significa necessariamente che sia un grande artista, e poi diciamoci la verità: le sue canzoni continuano a far pena, anche se ha tutti i featuring giusti per far parlare di sè. Ok, Justin, magari sei anche capace di recitare e farci ridere, ma per quanto mi riguarda rimani sempre la versione infighettata di “quello degli ‘N Sync”, almeno fino a prova contraria…

Compralo su Amazon a 7,60 euro